A & V

EXPLORERS

SALINA – PEDRA DE LUME

Pedra de Lume è un villaggio che sorge sulla costa nord-orientale dell’isola di Sal; isola che appartiene all’arcipelago capoverdiano.
Moltissimi anni fa era un camino vulcanico ma quando si spense, l’acqua del mare iniziò ad infiltrarsi andando a creare un lago salato naturale. Il calore presente, facendo evaporare l’acqua, favorì la sedimentazione del sale e l’aumento di quest’ultimo nel lago. La creazione della salina e il conseguente utilizzo del sale iniziò verso la fine del 1700; infatti l’estrazione del sale dal lago fu una delle maggiori fonti di ricchezza dell’isola capoverdiana. Il suo declino iniziò sul finire del XIX secolo, quando il Brasile, uno dei Paesi che maggiormente importava il sale capoverdiano, vietava l’importazione del sale, e si arrestò quasi completamente con l’indipendenza dell’isola dal Portogallo avvenuta negli anni ‘70 del secolo scorso.
Attualmente il giacimento non è più utilizzato per commerciare il sale col resto del mondo, ma per una piccola produzione a livello locale, infatti in quella che sembra una terra desertica è possibile notare qualche operaio qua e là. Entrando è ancora possibile immaginare la vita di un tempo; è possibile vedere gli edifici circostanti in cui vivevano gli operai, la fabbrica dove veniva deputato il sale e i tralicci della funivia.
Il paesaggio che si apre ai nostri occhi è spettacolare, nonostante l’agitazione che si poteva trovare un tempo: specchi d’acqua che assumono tonalità anche rossastre e cumuli bianchi di sale tutt’intorno.
Nelle saline è possibile fare il bagno, due sono le cose curiose: la prima è il principio secondo il quale il sale favorisce il galleggiamento e la seconda è la strana sensazione di camminare su una superficie salata, perché è come spigolosa.

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2019 A & V

Theme by Andrea Paolo