A & V

EXPLORERS

CORTILE DI PALAZZO MEDICI RICCARDI – FIRENZE

Il cortile di Palazzo Medici Riccardi, definito anche “Cortile delle colonne”,  fu progettato e costruito da Michelozzo Michelozzi. Riprende quella tripartizione elegante tipica della facciata del Palazzo e alterna a elementi rinascimentali dei dettagli classici.
Il primo registro, aperto, è formato da colonne lisce sormontate da capitelli di ordine composito. L’ordine composito è, in architettura, un ordine che sintetizza le caratteristiche dell’ordine ionico e di quello corinzio. Al di sopra delle colonne è possibile vedere un elemento decorativo con andamento orizzontale: il fregio; arricchito con medaglioni nei quali vengono rappresentate creature mitologiche alternate con lo stemma della famiglia Medici. Ogni medaglione è finemente collegato all’altro attraverso dei festoni.
Il secondo registro è chiuso, cioè formato da pareti in muratura sulle quali si aprono delle finestre bifore. Le finestre sono realizzate in corrispondenza dell’apertura degli archi del registro sottostante. Poco più sopra delle finestre troviamo un secondo fregio decorato che funge da elemento decorativo per dividere il secondo dal terzo registro.
Il terzo, ed ultimo, registro è formato da una loggia trabeata con piccole colonne di ordine ionico.
Nel cortile è possibile vedere la statua di “Orfeo che incanta Cerbero col suo canto”, realizzata da Baccio Bandinelli tra la fine del 1400 e l’inizio del 1500. Infine, sulle pareti intorno al cortile si trovano conservati ben trecento pezzi di arte antica provenienti dalle collezioni della famiglia Riccardi.

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2019 A & V

Theme by Andrea Paolo