A & V

EXPLORERS

FORTEZZA DI EL QUSEIR – EL QUSEIR

Durante il periodo romano e medievale, il porto di El Quseir era situato a Quseir El-Qadim, ovvero a otto chilometri a nord dell’attuale città di El Quseir. Degli scavi effettuati in quell’area hanno rivelato degli estesi resti comprendenti sia edifici commerciali sia edifici residenziali che testimoniavano la presenza di una fiorente cittadina. Grazie a degli scavi archeologici più recenti si può affermare che si trattasse del porto romano di Myos Hormos, ovvero uno dei più grandi porti mai costruiti nel mondo antico. Fu solo nel XVI secolo che il porto fu trasferito nel punto in cui si trova adesso e l’entrata del vecchio porto attualmente altro non è che la spiaggia di un rinomato hotel. Dopo la conquista dell’Egitto nel XVI secolo, i Turchi Ottomani costruirono una serie di fortezze lungo le coste egiziane.Fin dalla sua costruzione, trovandosi in una posizione isolata in cima a una collinetta, la fortezza di El Quseir serviva per controllare la costa e il vicino porto, oltre che per proteggere la cittadina e i pellegrini musulmani che si dirigevano alla Mecca dagli attacchi dei beduini. Alla metà del XVIII secolo gli Ottomani abbandonarono la fortezza. Quando le truppe di Napoleone occuparono l’Egitto tra la fine del 1700 e l’inizio del 1800, questa fortezza fu occupata dai francesi che ne rafforzarono le mura per resistere al fuoco dei cannoni; non a caso il massiccio bastione d’entrata è databile in questo periodo. Nello stesso periodo gli inglesi bombardarono questa fortezza via mare ma non riuscirono mai a conquistare la cittadina. A partire dagli anni ‘20 del 1800 Muhammad Ali e Ibrahim Pasha ristrutturarono questa fortezza e la utilizzarono come loro base per le guerre arabe.
In anni più recenti sappiamo che questa fortezza fu utilizzata dalla guardia costiera egiziana fino al 1975, mentre attualmente è aperta al pubblico e il costo d’entrata è di 40 lire egiziane.

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2019 A & V

Theme by Andrea Paolo